PUNTI DI ANCORAGGIO

I punti di ancoraggio permanenti di tipo A secondo la EN 795:2012 consentono l’ancoraggio sicuro di uno o due operatori, in relazione all’elemento mono o bi ancoraggio.
I punti di ancoraggio di tipo A sono costituiti da elementi che possono essere fissati direttamente alle strutture oppure attraverso ancoraggi strutturali. Per la loro versatilità d’uso possono costituire un autonomo e sicuro punto d’ancoraggio per lavori in quota, oppure far parte di un sistema individuale di protezione contro le cadute dall’alto, come punti di ancoraggio, di deviazione o di trattenuta.
I punti di ancoraggio sono disponibili in alluminio verniciato oppure in acciaio inox, certificati da un Ente terzo a verifica della conformità ai requisiti essenziali di sicurezza.

2 UTILIZZATORI CONTEMPORANEI

Dispositivo di ancoraggio in lega di alluminio EN AB46100. Utilizzato nella messa in sicurezza di coperture. E’ in grado di adattarsi ad ogni tipo di ambiante industriale e civile. Adatto sia all’interno che all’esterno, in ogni luogo pericoloso. La forma e le dimensioni non modificano la modalità di posa dei più comuni manti di copertura e il punto di ancoraggio risulta facilmente raggiungibile dall’operatore. La dimensione dell’occhiello rende un aggancio del moschettone più confortevole

Al dispositivo di ancoraggio possono essere collegati contemporaneamente due utilizzatori.

Le specifiche:

Dimensioni: 134x76x63 mm

Interasse fissaggio: Ø14mm interasse 100mm

Materiale: pressofusione in lega di alluminio EN AB46100

Finitura: naturale

Fissaggio su CLS: 2 barre filettate in acciaio inox M12 e resina bi-componente

Peso: 0,400 Kg

Utilizzato per lavori in fune

NORME TECNICHE

  • EN 341:1992
    DPI contro le cadute dall’alto – Dispositivi di discesa
  • EN 354:2002
    DPI contro le cadute dall’alto – Cordini
  • EN 355:2002
    DPI contro le cadute dall’alto – Assorbitori di energia
  • EN 360:2002
    DPI contro le cadute dall’alto – Dispositivi anticaduta di tipo retrattile
  • EN 361:2002
    DPI contro le cadute dall’alto – Imbracature per il corpo
  • EN 362:2004
    DPI contro le cadute dall’alto – Connettori
  • EN 363:2008
    DPI contro le cadute dall’alto – Sistemi individuali per la protezione contro le cadute
  • EN 795:2012
    Protezione contro le cadute dall’alto – Dispositivi di ancoraggio – Requisiti e prove
  • CEN TS 16415:2013
    Dispositivi di ancoraggio – Raccomandazioni per dispositivi di ancoraggio per l’uso da parte di più persone contemporaneamente

NORMATIVA NAZIONALE

D.Lgs. 81/2008 e successive modifi che e integrazioni: Testo Unico in materia di Sicurezza

NORMATIVA LOCALE

  • Circ. 4/SAN/2004 della Regione Lombardia
    Aggiornamento del Titolo III del Regolamento Locale d’Igiene, recepimento dell’integrazione al Titolo III del R.L.I. redatto dall’ASL di Bergamo
  • D.P.G.R. n.62 del 23.11.2005 della Regione Toscana
    Regolamento di attuazione dell’art.82, comma 16 dellaL.R. n.1 del 03.01.2005 relativa alle istruzioni tecniche sulle misure preventive e protettive per l’accesso, il transito e l’esecuzione dei lavori in quota in condizioni di sicurezza
  • D.P.P. n. 7-114/Leg. del 25.02.2008 della Provincia di Trento
    Regolamento tecnico per la prevenzione dei rischi di infortunio a seguito di cadute dall’alto nei lavori di manutenzione ordinaria sulle coperture
  • D.G.R. n. 2774 del 22.09.2009 della Regione Veneto
    Istruzioni tecniche sulle misure preventive e protettive da predisporre negli edifi ci per l’accesso, il transito e l’esecuzione dei lavori di manutenzione in quota in condizioni di sicurezza
  • L.R. n. 5 del 15.02.2010 della Regione Liguria
    Norme per la prevenzione delle cadute dall’alto nei cantieri edili
  • D.G.R. n. 1284 del 28.10.2011 della Regione Umbria
    Approvazione linee di indirizzo per la prevenzione delle cadute dall’alto

GARANZIA

E’ accordata una garanzia di 10 anni su tutti i pezzi in acciaio inox o in alluminio che costituiscono le nostre scala . La garanzia potrà essere rinnovata su richiesta del cliente, dopo un sopralluogo tecnico, effettuato a titolo oneroso, sulle attrezzature installate.

VERIFICA E MANUTENZIONE

Per quanto possibile, prima di ogni tipo di impiego procedere a un esame visivo dei componenti del sistema. In caso di dubbio, chiedere un controllo alla società installatrice o a una persona addetta alla manutenzione, abilitata e competente per tale tipo di intervento.
I punti di ancoraggio necessitano di manutenzione annuale atta a garantire l’integrità del sistema, da parte di una persona abilitata e competente. Sicurezza88 è a completa disposizione per fornire eventuali tecnici formati per l’esecuzione di manutenzione dei sistemi. In caso di una caduta l’impianto deve essere oggetto di manutenzione obbligatoria da parte di una persona abilitata e competente.